• Stampa pagina
  • Area riservata
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard
Logo Andis

Andis scrive al Governo sulle misure della riapertura della scuola

  pubblicata il 08/01/2022

Categorie: Archivio 21 , in primo piano

Premesso che l’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici (ANDIS) ha più volte sollecitato il Ministero dell’Istruzione e il Governo a mettere in campo tutte le soluzioni atte a garantire, compatibilmente con l’evoluzione della pandemia, la prosecuzione delle attività didattiche in
presenza; 

preso atto che

 

  • il monitoraggio settimanale pubblicato ieri da I.S.S./Min. Salute documenta un ulteriore aggravamento della curva pandemica, con il raddoppio dell’indice di trasmissibilità RT e con un consistente aumento del tasso di occupazione delle terapie intensive;
  • si preannuncia per i prossimi giorni il passaggio di ben 10 regioni/province autonome nella fascia ad alto rischio;
  • il Comitato Tecnico Scientifico non si è espresso né ha pubblicato proiezioni circa un possibile incremento del contagio in conseguenza della riapertura delle scuole dopo le festività natalizie;
  • le Aziende sanitarie hanno dimostrato nelle ultime settimane di essere in affanno nell’assolvere i compiti di testing e di contact tracing dei contagi nelle scuole;
  • le famiglie degli alunni in autosorveglianza o in quarantena manifestano oggettive difficoltà ad acquisire le certificazioni necessarie per il rientro a scuola dei figli;
  • molte istituzioni scolastiche segnalano un aumento esponenziale negli ultimi giorni delle positività tra alunni, docenti e personale ATA;
  • i dirigenti scolastici denunciano le criticità prevedibili alla ripresa delle lezioni per l’eventuale sostituzione del personale docente e ATA assente a vario titolo, a causa delle normativa in vigore per il conferimento delle supplenze temporanee, ma anche per la difficoltà a reperire personale supplente disponibile;
  • alla luce delle misure fissate dal Decreto-Legge 7 gennaio 2022, n.1, è prevedibile che con il rientro a scuola si registri un sensibile incremento delle positività soprattutto tra gli alunni della scuola dell’infanzia e primaria in quanto non vaccinati;

chiede al Governo


di considerare che ad oggi non ci sono tutte le condizioni per rendere operative in tutto il territorio nazionale le misure previste dal D.L. n.1/2022, per i seguenti motivi:
- molte Regioni di fatto non sono più in condizione di garantire il testing e il tracciamento dei contagi;
- non sono state implementate nuove e più efficaci iniziative per incentivare la vaccinazione dei bambini in età 5-11 anni;
- le istituzioni scolastiche non sono in condizione di riorganizzare tout court il servizio scolastico (verifica positività - riorganizzazione del tempo scuola - gestione del servizio mensa – sostituzione personale assente a vario titolo, attivazione DAD, ecc.) dal momento che non conoscono in tempo reale i dati relativi a contagi/contatti/vaccinazioni del personale e degli studenti;
- non è stata avviata la fornitura alle scuole di mascherine FFp2, per i quantitativi che si renderanno necessari lunedì 10 gennaio.


L’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici si dichiara disponibile a qualsiasi forma di confronto e di collaborazione con l’Amministrazione in indirizzo.

Il Presidente

Paolino Marotta

Rassegna stampa

I presidi a Draghi: “Ad oggi impossibile garantire le misure anticovid del decreto”

https://www.dire.it/09-01-2022/697588-i-presidi-a-draghi-ad-oggi-impossibile-garantire-le-misure-anticovid-del-decreto/?fbclid=IwAR3AnTB-sORlGWpterg1Zu6JNmj2DK-0u8PeVtBq6yRweLyYaR1TaRjFtoE

Rientro a scuola, Andis avverte Draghi: “Impossibile rispettare il decreto”

https://www.corrierenazionale.it/2022/01/09/rientro-a-scuola-andis-avverte-draghi-impossibile-rispettare-il-decreto/?fbclid=IwAR3XlU0N-RED0olhuo9guK6gYbG3DqhWp1XM5vVex1Ku5PjtICTVQvAxZhU

Galleria immagini  

immagine

File scaricabili

Tipo Nome file Azione
pdf DocumentoAssociazioneNazionaleDirigentiScolastici.pdf