• Stampa pagina
  • Area riservata
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard
Logo Andis

Lutto nel mondo della scuola: e' scomparso Giancarlo Cerini

  pubblicata il 21/04/2021

Categorie: Archivio 21 , in primo piano

L’ANDIS PIANGE L’IMMATURA SCOMPARSA DEL SOCIO ONORARIO

GIANCARLO CERINI

 

La notizia dell’immatura scomparsa di Giancarlo Cerini lascia sgomento e addolorato l’intero mondo della scuola italiana. I messaggi di cordoglio e i ricordi che in queste ore giungono da tutte le regioni d’Italia danno la cifra dell’enorme patrimonio di affetti e di saperi pedagogici che Cerini ha elargito nel corso della sua lunga carriera.  

In un momento di così profondo dolore per tutti quelli che lo hanno conosciuto e apprezzato appare superfluo ricordare le tante occasioni di formazione e di confronto in cui lo abbiamo avuto al nostro fianco.

Ci portiamo dentro tutti l’immagine della bella persona che era, generosa, gentile, garbata, leale, discreta. Ricordiamo il suo sorriso disarmante e il suo stile di lavoro infaticabile, lucido, appassionato, competente.  

Ci affascinava in particolare il suo amore per la “scuola delle bambine e dei bambini” come gli piaceva definire la scuola dell’infanzia. Lo abbiamo seguito con convinzione nella sua ultima battaglia per l’affermazione del segmento 0-6 anni “ Mille nidi in 5 anni. Yes we can”.

Ricordiamo la passione e l’impegno che ha profuso nella stagione dell’autonomia scolastica e poi nella revisione delle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione.

Ricordiamo la gioia che gli si leggeva sul volto quando nel convegno di Bologna del 2012 gli abbiamo conferito il titolo di SOCIO ONORARIO, del quale ci è stato sempre grato.

Ci portiamo negli occhi e nel cuore il suo ultimo intervento nel webinar dello scorso 31 marzo sulle Linee pedagogiche per il sistema integrato zerosei. Nonostante i segni di una malattia che non gli dava tregua è emerso in tutta la sua grandezza l’amore per “la scuola dei piccoli” che lo ha accompagnato per una vita intera.

Ricordiamo, infine, il suo grande legame al nostro annuale seminario di Camaldoli, per il quale aveva coniato l’indimenticabile titolo “Camaldoli: spazio di resistenza civile pensante”.

Da oggi siamo davvero tutti più soli. Che la terra gli sia lieve.

Galleria immagini  

immagine

File scaricabili

Tipo Nome file Azione
pdf RicordodiGiancarloCerini.pdf